Seleziona una pagina

L’importanza dell’inclusione educativa di qualsiasi alunno è ormai innegabile, i ragazzi con bisogni educativi speciali (BES) spesso però non hanno la possibilità di apprendere al meglio e di sentirsi inclusi nel processo educativo.  

Come riportato in uno studio indipendente preparato per la Commissione europea, i bambini con BES sono spesso inseriti in classi separate all’interno delle scuole tradizionali, soggetti a metodi di insegnamento basati sulla modifica del comportamento. Un approccio basato sul cambiamento dell’ambiente educativo invece porta a maggiore attenzione all’istruzione dell’alunno evitando l’abbandono scolastico. L’utilizzo di esercizi AR/VR permette agli alunni di incrementare le capacità di scrittura e lettura, sfidare le difficoltà di comunicazione verbale ed emotiva. 

Sono proprio questi gli scopi del progetto Bit The Spectrum, co-finananziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea che mira ad aumentare la qualità dell’istruzione e dell’assistenza del personale che lavora con alunni con BES. 

La ricerca è in continua evoluzione e prevede diversi metodi, dal peer tutoring, all’apprendimento cooperativo fino all’utilizzo di esercizi personalizzati. Per ulteriori informazioni su diversi approcci educativi vai al seguente link. 

Segui tutti i progressi sui social media Facebook, LinkedIn Instagram e sul sito ufficiale di progetto

Share This