Seleziona una pagina

DITRAVET: Digital Transformation for VET

DiTRAVET mira a promuovere lo sviluppo delle competenze digitali e supportare le scuole di formazione professionale, gli studenti e le famiglie nell’affrontare le sfide digitali poste dalla pandemia di COVID19. 

DETTAGLI DEL PROGETTO

NUMERO DI PROGETTO: 2020-1-UK01-KA226-VET-094509
DURATA DEL PROGETTO: 01.06.2021 – 31.05.2023 
PROGRAMMA DI FINANZIAMENTO: Erasmus+  

Obiettivi

 

  • Supportare gli insegnanti a fornire agli studenti gli strumenti e le competenze necessarie nella didattica a distanza 
  • Aggiornare e applicare lo strumento SELFIE, con i consigli di WBL 
  • Formazione degli insegnanti sugli strumenti che supportano la digitalizzazione degli IFP (inclusi strumenti per la creazione di risorse online e percorsi di apprendimento misti) 
  • Collaborare con dirigenti e insegnanti degli IFP per aiutarli a reinventare nuove modalità d’insegnamento 
  • Sviluppare linee guida e aggiornare strategie di apprendimento a livello nazionale/regionale per supportare l’apprendimento online e misto per le scuole IFP 
  •  Promuovere l’accreditamento utilizzando le micro-credenziali 

Attività

DiTRAVET mira a promuovere lo sviluppo delle competenze digitali e supportare le scuole di formazione professionale, gli studenti e le famiglie nell’affrontare le sfide digitali poste dalla pandemia di COVID19. Mira a promuovere lo sviluppo delle competenze digitali e supportare le scuole di formazione professionale, gli studenti e le famiglie nell’affrontare le sfide digitali poste dalla pandemia di COVID19.. 

 

  • 6 incontri transnazionali e 6 eventi moltiplicatori 
  • Compilazione di buone pratiche e problemi riscontrati nelle scuole di IFP e WBL durante la pandemia 
  • Valutazione dello strumento SELFIE e della prontezza digitale 
  • Creazione di un curriculum per la trasformazione digitale e l’inclusione delle scuole di IFP e WBL 
  • Corsi di formazione per studenti, direttori e insegnanti 
  • Evento pilota 
  • Creazione di un toolkit pratico per l’istruzione digitale e inclusiva 
  • Analisi degli standard di qualità per l’IFP online e il WBL 
  • Revisione dell’accreditamento 
  • Sviluppo di un nuovo quadro di garanzia di qualità per l’IFP e l’accreditamento delle competenze attraverso il WBL in realtà digitalmente trasformate. 

Risultati

  • IO1 – Revisione a 360 gradi del curriculum di formazione professionale sulla trasformazione digitale per l’apprendimento basato sul lavoro 

Fornirà una comprensione globale delle lacune nella digitalizzazione e nell’apprendimento misto per WBL, tenendo conto delle esigenze delle famiglie, dei formatori e dei direttori-dirigenti fornendo una valutazione della prontezza digitale delle scuole IFP attraverso la piattaforma SELFIE. 

  • IO2 – Kit di strumenti pratici per l’istruzione digitale e inclusiva 

Il toolkit educativo mira a supportare:  

  1.  I dirigenti delle scuole di formazione professionale nel guidare la trasformazione digitale all’interno delle loro organizzazioni, oltre a progettare e implementare il quadro di erogazione del curriculum VET e le strategie di insegnamento e apprendimento. 
  2.  Insegnanti nello sviluppo di risorse educative digitali di alta qualità e inclusive per un insieme di unità che incorporano l’apprendimento adattivo.  
  3.  Studenti nell’acquisizione di competenze 
  • IO3 – Digital Badge: Quality Assurance Framework per il riconoscimento delle competenze formative/industriali online. 

Questo output mira a riconoscere le lacune nella formazione online/accreditamento delle competenze professionali. Studiando l’attuale situazione dell’UE sugli IFP ed il WBL durante la pandemia, offrirà suggerimenti sostenibili e pertinenti in termini di riconoscimento e accreditamento attraverso l’uso di micro-credenziali. 

Partners

Via Giovanni di Giovanni,

      14 – 90139 Palermo (Italy)

 

info@irsei.org

 

+39 340 352 9333

 

The European Commission’s support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents, which reflect the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Share This