Seleziona una pagina
In Europa, l’impegno dei giovani nella vita comunitaria ha sempre rappresentato un fattore importante per lo sviluppo della comunità. Dall’inizio della pandemia di Covid-19, le comunità che praticano l’animazione socioeducativa affrontano sfide diverse: la mancanza di sostegno finanziario da parte delle istituzioni private e pubbliche, la diminuzione della visibilità, il disimpegno dei giovani, il contributo dell’animazione socioeducativa per affrontare le sfide, la necessità di giovani per le nuove tendenze dell’innovazione con la digitalizzazione e i social media.

Inoltre, il lavoro giovanile deve affrontare lo sviluppo della qualità e la mancanza di supporto per riconoscere l’operatore giovanile come agente attivo nella comunità. Molti giovani si sentono lontani dalle loro comunità, devono affrontare l’esclusione sociale e le esigenze dei giovani con minori opportunità, compresi quelli che vivono nelle zone rurali, sono cambiate per quanto riguarda la digitalizzazione, l’impegno e la partecipazione attiva. In questo senso, al fine di costruire comunità più forti e resilienti, è necessari fornire ai giovani gli strumenti per interpretare e comprendere le dinamiche del luogo in cui vivono e favorire il loro sviluppo come individui e come cittadini. Il progetto COM è legato alla priorità di aumentare la qualità, l’innovazione e il riconoscimento dell’animazione socioeducativa.

L’obiettivo principale è sviluppare strumenti e metodologie per gli operatori giovanili come mezzo per identificare meglio le sfide giovanili della comunità e per responsabilizzare i giovani con minori opportunità, compresi i giovani delle aree rurali, attraverso l’approccio della digitalizzazione, dell’istruzione non formale, dell’indagine e della cooperazione.

Gli obiettivi principali del progetto COM sono:

  • Produrre un insieme più ampio di strumenti per gli operatori giovanili attraverso metodi di digitalizzazione, istruzione non formale, per rafforzare le loro capacità al fine di sostenere e coinvolgere i giovani con minori opportunità, compresi i giovani nelle zone rurali e sviluppare competenze per le organizzazioni meno esperte in questo campo della domanda,
  • Contribuire al sostegno e al riconoscimento degli operatori giovanili nelle comunità locali dei paesi, promuovendo l’animazione socioeducativa con pratiche che ne aumentino la visibilità a livello europeo, dialogano con gli stakeholder, rispondano ai loro bisogni, grazie ad una cooperazione transnazionale.

I risultati concreti del progetto COM sono:

  • realizzare una formazione e un seminario sulla digitalizzazione e le reti sociali affinché gli operatori giovanili sviluppino le loro competenze trasversali per rivolgersi ai giovani con minori opportunità e compresi quelli che vivono nelle zone rurali;
  • svolgere una sessione di lavoro con dibattiti, visite di mappatura e un seminario per operatori giovanili per promuovere l’inclusione sociale e la partecipazione attiva dei giovani al primo posto nelle loro comunità;
  • indagare e sviluppare la ricerca e svolgere indagini locali e focus group per supportare il lavoro giovanile nelle comunità locali, raccogliendo conoscenze, sviluppando il pensiero critico, analizzando i processi di lavoro giovanile con le parti interessate.
Share This